opere

scultura

legno

Denotano discrepanze d’eterno valore.
Voltate oltre il perimetro dell’essenziale,
risultano più simili alle macchine,
che,
il di loro segno all’uomo.
Niun’altro approdo stilistico
Permette il classificarli
In differente modo.

Lacunose sagome s’aggirano
Come in cerca di polpa di vita,
al di sopra di noi.
Logotipi da detenzione di raucedini
post-comiziali.

Temperamento di paste.
Di ricorsi nell’unico modo possibile,
tornammo a ricalcare i nostri passi.
Decisi a null’altro che fare
che tenersi le fila a vicenda,
ponemmo l’inutile grido
al compier dei fatti.

info fotografie

autore: chiara belloni
data:



opera:

altre opere: